il blog dei giovani studenti democratici diNapoli riflessioni e proposte su casapound | demos | blogpdnetwork
.
Annunci online

non rinchiuderti, Partito, nelle tue stanze... siì sempre amico dei ragazzi di strada!

29 novembre 2009
riflessioni e proposte su casapound
 Il fenomeno dei centri sociali di estrema destra ,nato in maniera ufficiosa nei primi anni 90 e consolidatosi con l'occupazione di CasaMontag a Roma nell'estate del 2002, si è evoluto attraverso varie fasi e forme fino ad arrivare all'attuale CasaPound. Attualmente è presente in tutta italia una rete di centri sociali occupati divisi in due tipologie: Occupazioni Non Conformi ( O.N.C.) e Occupazioni a Scopo Abitativo ( O.S.A. ) associato ad una rete vasta e ben distribuita sul nostro paese di associazioni di riferimento, circoli, bar, librerie, radio indipendenti che si occupano di promuovere attività socio-culturali politicamente orientate.
A Napoli CasaPound arriva il 12 settembre nel quartiere di Materdei e dal suo insediamento in poi rimane sempre in primo piano nelle cronache locali.
I GD di Napoli e Provincia si ripropongono, con questo documento, di analizzare e proporre una chiave di lettura a quanto sta succedendo.
I militanti di CasaPound da sempre hanno un atteggiamento colpevolmente ondivago nella sua posizione: alternano momenti e azioni palesemente apologetiche nei confronti del fascismo e che si richiamano nettamente alle esperienze storiche del ventennio,definendosi come " fascisti del terzo millennio", ad altri momenti in cui preferiscono collocarsi in maniera enigmatica nel "estremo centro alto", proponendosi sulla linea dei partiti di destra nazionalista di molti paesi europei.
Ciò che stupisce è il loro programma politico, visualizzabile su internet, che risulta essere un insieme di vecchie idee passate ( il mutuo sociale,l'autarchia,la statalizzazione delle banche,ecc. ecc.) e proposte pseudo-berlusconiane ( diminuizione delle intercettazioni,separazion e della magistratura inquirente da quella giudicante ecc ecc).
Ma il vero problema della presenza di CasaPound a Napoli, lungi dall'essere semplicemente l'occupazione di suolo pubblico a Materdei, è il pessimo clima che si è venuto a creare nella nostra città. La Storia del nostro paese ci ha gia insegnato che è un grave errore non fermare sul nascere quel circolo vizioso di lotta per bande colorate, supportate da reciproche accuse spesso inverificabili e da una latente voglia di vendetta, che nulla hanno a che fare con la vita politica dell'Italia di oggi e in particolarmodo dell'Italia del domani. Non possiamo permetterci l'errore di lasciarci coinvolgere in situazioni e degenerazioni che la nostra terra ha gia vissuto e ha gia pagato a caro prezzo.Non possiamo permetterci di dimenticare i problemi di oggi per ricadere in climi e atmosfere del passato.
Per questo noi Giovani Democratici proponiamo quanto segue: sulla falsa riga del provvedimento comunale che obbliga il censimento di tutti gli immobili comunali occupati, chiediamo a CasaPound di liberare il convento di Materdei e di costituirsi come associazione in una sede legale,accompagnato da un netto chiarimento sulle finalità sociali e politiche del loro agire. Inoltre, lungi dal voler escludere nessuna voce pregiudizievolmente, proponiamo la creazione di un appuntamento pubblico in assemblea, alla quale parteciperanno tutti i cittadini, i ragazzi e le associazioni del quartiere materdei per produrre una proposta unitaria e " dal basso" per la riconversione e l'utilizzo dei molti locali disabitati di proprietà comunale, che sarà poi portata negli organi competenti ( municipalità e consiglio comunale)

Esecutivo GD Napoli e Provincia
GD Sezione Avvocata



permalink | inviato da giovanipd il 29/11/2009 alle 17:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia luglio        dicembre
Scopriamoci clown